'A musica 'npont'o musso

'A musica 'npont'o musso

Musica, Music, Musigi, Musique, Mausiqi… sono solo alcuni modi di chiamare l'arte dei suoni in alcune lingue.

In molti conoscono l'origine della parola Musica. Deriva dalle Muse, le custodi delle arti e delle scienze create da Giove.

Pochi conoscono, però, la leggenda che sta dietro la parola Musa. Pensate, ha a che vedere con Mosè.

Mosè è un patriarca riconosciuto sia dall'ebraismo, quanto dall'islam, sia dal paganesimo quanto dal cristianesimo.

Questo racconto ha origini arabe:

Un giorno Mosè, smarrito nel deserto, rischiava di morire di sete. Gli apparve Dio il quale gli ordinò di colpire un macigno con bastone. Mosè obbedì e dal macigno vide sgorgare dodici sorgenti d'acqua ognuna delle quali, scorrendo, produceva una diversa nota

Curiosità:

Le note, pur avendo sette nomi, hanno dodici diversi suoni, come le sorgenti d'acqua sgorgate dal macigno.

Quando Dio vide sgorgare l'acqua dal macigno disse: “Mosè, tieni!” a indicare il miracolo che aveva fatto per il suo patriarca. In arabo “Mosè, tieni!” si dice “Musa, qiyy”.

Quando si parla di bocca, si può intenderne l'interno (con lingua e denti) quanto l'esterno (le labbra).

A Napoli, dove non manca la fantasia, si parla… la bocca parla, parla, parla… inventa, crea… sapete come si dice “bocca” in napoletano?

Musso”.

Aldo Perris

NeaCo' Dicono di noi

Dicono di noi

Contatti

  • Booking

    Alex
    booking@neaco.it
    331.1247777

  • Press

    SIRO Consulting
    press@neaco.it
    335.6409500